Gradisca d’Isonzo: successo per l’anteprima del Gran Premio Noè

Si è svolta a Gradisca d’Isonzo l’Anteprima del Premio Noé che quest’anno rientra nel programma di Duino Aurisina Città Italian del Vino 2022: ecco il resoconto degli organizzatori.

Il Premio si innesta nelle attività legate alla cultura e al turismo del vino e che da sempre caratterizza la presenza di Gradisca d’Isonzo nelle Città del vino grazie alla organizzazione e e alla promozione dell’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Gradisca d’Isonzo.
Per questa occasione la Proloco Mitreo Duino-Aurisina e la Pro Loco Gradisca d’Isonzo hanno organizzato la sosta dopo la Passeggiata Eno-naturalistica con degustazione proprio nella città di Gradisca, con la possibilità dei visitatori provenienti da Duino di visitare il Castello di Gradisca d’Isonzo.
La Preview del Noé ha visto la moderazione di Stefano Cosma alla conferenza enoica dal titolo: “Tocai Friulano: presente e futuro di un vino autoctono declinato al femminile” a cui erano presenti lo scrittore, giornalista e Ambasciatore delle Città del Vino Claudio Fabbro, l’autrice Cristina Burcheri, il Presidente delle Doc Adriano Gigante e il presidente dell’associazione PIWI Stefano Gri.
A conclusione della conferenza sono intervenute le Sindache delle Città del Vino di Duino Aurisina, Danile Pallotta, la sindaca di Prepotto del Friuli, Mariaclara Forti e Linda Tomasinsig sindaca di Gradisca d’isonzo sull’imprenditoria femminile nel mondo del vino. Ha fatto seguito una degustazioni dei Friulani delle aziende vitivinicole regionali a cura della Pro Loco di Gradisca d’Isonzo.