Duino Aurisina / Devin Nabrezina presenta la sua candidatura a Città Italiana del Vino 2022.

Domani alla Barcolana il Comune di Duino Aurisina – Devin Nabrezina presenta la sua candidatura a Città Italiana del Vino 2022.

Segui online la presentazione qui https://youtu.be/Kc9Cu-CIKI8 o in presenza qua mercoledì 6 ottobre alle ore 11.00 in diretta dallo Stand del Comune di Duino Aurisina/Ures alla Barcolana 53 la presentazione della candidatura alla stampa.

Il Comune di Duino Aurisina (capofila) congiuntamente a tutte le Città del Vino del Friuli Venezia Giulia ha presentato il 29 settembre il nuovo fascicolo della candidatura a Città Italiana del Vino 2022 all’associazione nazionale. “L’anno scorso ci ha visti classificati secondi con menzione dopo soltanto la Città di Barolo. Una candidatura importante – ha commentato il sindaco Daniela Pallotta – sia per la proposta completa ed articolata che tiene conto delle peculiarità non solo di Duino Aurisina, ma di tutte le Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, sia per le potenzialità che la stessa ha messo in campo. Un grazie a tutti i soggetti che hanno voluto condividere con noi questo percorso”. Tra i punti salienti, oltre l’importante valorizzazione della Vitovska e del Terrano e dei luoghi (il Carso) dove viene prodotto, vi sono argomenti rilevanti come il progetto Città del Vino FVG verso il 2030, legato alla sostenibilità della produzione regionale e la sinergia tra le stesse città grazie al lavoro infaticabile di Tiziano Venturini Coordinatore del FVG della medesima associazione.”Sono molti i punti di valore inseriti in più rispetto alla proposta dell’anno scorso – ha voluto ribadire Massimo Romita, l’Assessore al Turismo ed Agricoltura che ha coordinato il collegamento con le numerose realtà aderenti – a cominciare da una importante attività di comunicazione coordinata e condivisa con tutte le realtà partecipanti che renderà unica la proposta. Su questo ringraziamo il referente per la comunicazione del coordinamento delle città del vino FVG Davide Francescutti e tutta la Promoturismo FVG sempre pronta al sostegno di comunicazione anche attraverso la Strada dei Vini e dei Sapori. Tra i numeri del progetto segnaliamo 33 schede di grandi ed importanti eventi della nostra Regione che vedranno lo sviluppo da febbraio a dicembre 2022 con un importante indotto per tutto il territorio”.Dalle schede presentate si evince la presenza di oltre 25+15 Comuni della Regione e della vicina Slovenia e Croazia per rendere anche transfrontaliero il progetto, oltre 13 Pro Loco regionali e tutte le aziende agricole partecipanti a vario titolo: . Un gruppo di quasi 500 entità pronte a promuovere la importante candidatura.Importante è il valore totale della proposta corrispondente a 1.229.180 euro. Il 21 di novembre la proclamazione della Città del Vino Italiana alla Convention di Barolo.